mercoledì 13 luglio 2011

domenica 10 luglio 2011

COURTNEY LOVE MERCOLEDI' ALL'ISCHIA GLOBAL 2011

Di Diego Del Pozzo

Courtney Love arriverà a Ischia mercoledì sera, pochi giorni dopo aver festeggiato, ieri, i suoi quarantasette anni. C’è da scommettere, dunque, su un bell’happy birthday notturno, che sarà intonato per lei giovedì notte sulla spiaggia adiacente l’hotel Miramare e Castello di Ischia Porto dai tanti vip italiani e internazionali presenti sull’isola verde per l’Ischia Global Film & Music Fest 2011. Dall’entourage della chiacchieratissima “vedova nera” del rock mondiale, intanto, fanno sapere che l’ex signora Cobain sarà all’Ischia Global anzitutto per cantare. E, così, il produttore del festival, Pascal Vicedomini, ha messo al lavoro, in fretta e furia, la rodata blues band di Andrea Mingardi sul repertorio di colei che va considerata, inevitabilmente, come l’icona femminile “maledetta” del cinerock globale anni Novanta.
In questi pochi giorni, dunque, i musicisti di Mingardi setacceranno gli album classici delle Hole, a partire dal vendutissimo Celebrity Skin del 1998 e dal seminale Live Through This di quattro anni prima, uno tra i manifesti sonori della scena grunge, secondo molti massicciamente influenzato dalla personalità artistica dell’allora marito leader dei Nirvana. In entrambi i casi si tratta di scrigni strapieni di possibili hit, fatte apposta per infuocare la notte sulla spiaggia di Ischia Porto: dai ruvidi inni alternative Violet e Jennifer’s Body a pop song più levigate come Malibu (qui sopra il video), scritta per Courtney da Billy Corgan degli Smashing Pumkins. Ma è molto probabile che la rockeuse e attrice originaria di San Francisco vorrà proporre anche qualche brano tratto dai suoi non memorabili album più recenti, il solista America’s Sweetheart del 2004 e quel Nobody’s Daughter uscito l’anno scorso col marchio Hole ma, in realtà, attribuibile unicamente alla signora Love, senza alcun coinvolgimento di altri storici ex membri come la bassista Melissa Auf der Maur e il chitarrista Eric Erlandson.
A Courtney Love, in ogni caso, giovedì sera l’Ischia Global attribuirà un riconoscimento oltre che alla sua carriera di cantante rock anche a quella parallela di attrice cinematografica, sviluppatasi in particolare attraverso i ruoli da protagonista in film importanti come Larry Flint - Oltre lo scandalo (per il quale fu nominata ai Golden Globe nel 1996) e Man on the Moon (1999), entrambi diretti da un maestro come Milos Forman.

giovedì 7 luglio 2011